domenica 8 novembre 2015

PANE RUSTICO ALLA FARINA DI SEGALE

Non ero pronta a postare la ricetta di questo pane.
E' la mia prima volta con ingredienti nuovi e di solito ci devo provare almeno due o tre volte per ottenere un buon prodotto, soprattutto con i lievitati. Infatti ero pure pronta a buttare via tutto perchè mi sembrava che l'impasto non si fosse gonfiato abbastanza. Fortuna vuole che io sia una testona e che prima di sprecare tanto ben di Dio abbia deciso comunque di procedere nella lavorazione.
Il risultato è stato così sorprendente che ho subito pensato di doverlo condividere, mi è sembrato perfino troppo bello (oltre che buono!!) per essere vero....
Così, in fretta e furia perchè era ora di pranzo e mio marito se lo stava mangiando tutto, ho messo due panini su una tovaglia e ho fotografato.
Ho usato una farina di segale mista a farina di grano tenero e semi, una farina integrale e la farina di frumento maltato. Il tutto prodotto da un noto mulino qui in zona.
Ho scoperto che la segale è un cereale ricco di sodio, potassio, calcio e iodio, contiene ferro e acido folico, la fibra in esso contenuta migliora la salute intestinale e regola l'appetito.
La farina di frumento maltato migliora la lievitazione, conferisce una bella colorazione e dona una crosta croccante.
Ora, io non lo so se è merito dell'ottima materia prima (ma direi proprio di sì) ma ne è uscito un pane buonissimo con una crosta croccantissima che MAI ero riuscita ad ottenere e un sapore rustico davvero unico, come i pani di una volta.
La ricetta me l'hanno data al mulino e a questo punto vi metto qui il link, sperando di non fare cosa errata.

Ingredienti:
350 g di farina Segalì (così si chiama quella del mulino)
150 g di farina integrale
5 g di farina di frumento maltato
300 g di acqua a temperatura ambiente
10 g di sale
1 g di lievito di birra secco
farina di semola per lo spolvero

Come sempre io impasto nella mdp, quindi ho messo nell'ordine: l'acqua, il lievito, le due farine, la farina di frumento maltato e ho avviato il programma impasto e lievitazione.
Quando il composto ha iniziato ad amalgamarsi ho aggiunto il sale e ho lasciato che la macchina terminasse il ciclo di impasto.
Quindi l'ho tolto dal cestello,  messo in una ciotola unta di olio e coperto con pellicola trasparente (unta d'olio pure quella). Ho lasciato lievitare per circa un'ora. E già qui mi sembrava avesse lievitato poco ma ho pensato che la quantità di lievito era proprio poca e che fosse normale.
Ho messo in frigo tutta la notte (12 ore circa) e la mattina ancora aveva lievitato pochissimo...mah!
Ho lasciato a temperatura ambiente un paio di ore e poi ho dato le forme e spolverato con semola.
Ho messo su una teglia i panini  e lasciato riposare ancora (anche se la ricetta non lo prevedeva) per vedere se aumentavano un po'. Si sono gonfiati appena appena.
Ho messo in forno a 220° per 50 minuti e guardate qui che meraviglia!!




        con una fettina di prosciutto crudo di quello buono, pure quello prodotto qui in zona....




13 commenti:

  1. Bellissimo pane cpn quella fetta di prosciutto la morte sua,bravissima

    RispondiElimina
  2. Che bei panini! davvero una meraviglia! complimenti!

    RispondiElimina
  3. Complimenti Monica, un pane molto invitante, lo adoro così rustico!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao cara Monica , certo che se ci metti un grammo di lievito non puoi pretendere che lievito tanto, meno lievito metti é più tempo ci vuole per la lievitazione quindi quello che é successo e tutto nella norma! Questo pane é fantastico lasciatelo dire, sei stata bravissima!!!
    Un caro abbraccio e felice settimana!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, il lievito è davvero poco ma la mia paura era che il pane venisse tipo mattone!!!

      Elimina
  5. Davvero belli e saporiti questi pani!! Non c'è paragone, il pane fatto in casa è un altro mondo, anche se non va tutto nel verso giusto, il risultato è comunque ottimo!! Brava!! Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per non parlare del profumo che si spande in tutta la casa....
      Grazie Silvia!

      Elimina
  6. Bravissimaaaaa :-) questi panini hanno un aspetto delizioso e non oso immaginare il profumo :-P Aspetto con ansia altri esperimenti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata una soddisfazione grandissima! I complimenti di un'esperta come te mi fanno ancora più piacere!!

      Elimina
  7. Il pane rustico è il mio preferito e tu sei stata davvero bravissima. Complimenti Monica e un abbraccio

    RispondiElimina