domenica 13 ottobre 2013

IL MIO PANE

Il pane non lo compro quasi mai, lo faccio in casa. Non uso il lievito madre...lo so che dovrei....ma ci ho provato e non ci è piaciuto. Poi non avrei nemmeno la costanza di mantenerlo in buona salute, io sono fatta così, non amo le cose lunghe e che richiedono pazienza, non ce la faccio ad iniziare con la biga (o con il poolish) il giorno prima, farlo lievitare, finire l'impasto, di nuovo lievitare, e infine cuocere il giorno dopo.
Io il pane lo devo fare e mangiare lo stesso giorno.
Chiedo perdono agli esperti e li ammiro perchè panificano rispettando tempi e metodi e vorrei tanto assaggiare le meraviglie che escono da quei forni!!!
Oggi vi dò la ricetta del pane che faccio ormai da anni.
Avrò scoperto l'acqua calda, ma lo sapete che, a seconda della forma che si dà allo "stesso impasto", il sapore del pane finito cambia?
Comunque mi sto documentando su alcuni blog specializzati, come il suo e magari più avanti, un pane fatto come si deve, riesco a sfornarlo!

Per due filoni:
400 gr farina 00
100 gra farina manitoba
220 ml di acqua tiepida
mezzo cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di malto d'orzo (o di miele)
4 cucchiai di olio
2 cucchiaini di sale

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida.
Io uso la macchina del pane per impastare quindi ci metto l'acqua, poi l'olio e il malto, aggiungo le farine e il sale. Avvio il programma impasto e lievitazione che dura circa un'ora e mezza, ma tolgo l'impasto prima che inizi la lievitazione (quindi dopo mezz'ora) e faccio le pieghe a tre, formo una palla e copro con un canovaccio infarinato. Lascio lievitare un'ora poi appiattisco appena e formo due filoni che lascio ancora lievitare fino al raddoppio, avvolti in un canovaccio e coperti con pellicola trasparente.
Quando sono pronti faccio tre tagli con un coltello affilato e inforno a 250° per 10', poi abbasso a 200° per 30' e infine 10' con il forno aperto a fessura.
La crosta è venuta bella croccante, l'alveolatura non è come volevo, ma ancora non sono pratica dei passaggi necessari ad ottenerla (dovrò studiare!!!).
Appena riesco a fotografarle vi faccio vedere le mantovane fatte con lo stesso impasto.





23 commenti:

  1. Sono incantata, Monica! Panificare è anche la mia passione e il tuo lavoro è a dir poco magnifico! Io con il lievito madre non ho un bel rapporto e mi dispiace. Ho fallito più di una volta e sono tornata al mio amato cubetto :)
    Grazie di aver condiviso questa meraviglia!
    Buona serata!
    MG

    RispondiElimina
  2. Anch'io il pane lo faccio sempre in casa!! Il tuo ha un aspetto veramente stupendo, bravissima Monica!! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta. Infatti ho già adocchiato qualche ricetta delle tue...

      Elimina
  3. Ma che bello che ti è venuto, io lo faccio nella MDP e mi viene benino, devo provare a farlo in altre forme, questa ricetta me la appunto:-) Baci
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io trovo che cotto nel forno tradizionale venga molto più buono che cotto nella mdp, anche se in effetti è molto comodo farlo tutto lì!!!

      Elimina
  4. Anche il tuo è una meraviglia!!brava

    RispondiElimina
  5. Molto bello cara Monica!!
    Brava, anche io non riuscirei a stare dietro al lievito madre e non ho mai tre giorni da dedicare manco a me stessa, figurati al pane, però mi piacerebbe passare almeno alla lievitazione lenta, per quella il week end basta!!
    Un bacione e ti è venuto davvero bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, bisognerebbe avere la pazienza per provare a fare il pane con pochissimo lievito. Prima o poi la troveremo pure noi....

      Elimina
  6. Complimenti Monica ti è venuto benissimo! Anche io uso sempre il lievito di birra....mi sembra tutto più facile!
    Un bacio e buona serata:))

    RispondiElimina
  7. non lo compro più neanche io, ho usato per tanto tempo la mdp e ogni tanto capita ancora però non riuscirei più ad abbandonare il lievito madre!
    PS le prime pagnotte non vengono benissimo anche il sapore lascia un po' a desiderare ma con il tempo diventa una bomba:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In tanti me lo hanno detto, ma non ho mai osato riprovare. Sai, per fare certe cose bisogna trovare l'ispirazione!!

      Elimina
  8. Brava Monica!
    Io il pane lo faccio in tutti i modi: lievito di birra liofilizzato, in cubetto, con la pasta madre, di soda, senza lievito, il pane è pane e a ognuno il suo preferito! E' giusto così. Non bisogna sentirsi in colpa perché non ci piace un metodo o il sapore di un prodotto. Io la penso così e applaudo le tue pagnottine! Gnam! :)

    RispondiElimina
  9. Bellissimo sito !! complimenti mi sono unita molto volentieri al tuo gruppo , se ti va passa da me…
    http://alelablogger.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. neanche io ho troppa pazienza con le lievitazioni. E il mio lievito madre ha fatto una brutta fine e perciò non ne voglio un altro. Trovo che il lievito di birra funzioni egregiamente e i tuoi filoni ne sono la dimostrazione! Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Il tuo pane ha un aspetto ottimo! E poi si possono fare buoni lievitati anche con il lievito di birra!
    Un bacione cara!

    RispondiElimina